fbpx

COSA POSSIAMO VEDERE A SANTORINI

 

Ci chiedete in tanti: cosa possiamo vedere a Santorini?

La perla delle Cicladi con il suo splendore, ispira ogni anno migliaia di turisti ad acquistare un biglietto aereo per raggiungere le sue tanto decantate spiagge.

La vacanza romantica per eccellenza la potete fare a Santorini! Dove mare e cielo si incontrano all’orizzonte e si confondono in un paesaggio di sconfinata bellezza.

 

 

Nel corso dei secoli l’isola ha subito una serie di sconvolgimenti vulcanici ed è stata distrutta quasi completamente dal terremoto del 1956.

Santorini però resiste ed è pronta a conquistarvi con il fascino delle sue casette immacolate baciate dal sole e i tetti colorati che impreziosiscono la vista del mare cristallino. L’isola è la più meridionale delle Cicladi ed è immersa nel Mar Egeo e della Grecia, a metà strada tra Creta e Atene. Conosciuta in un passato lontano come Strongili, a seguito di un’eruzione ha acquistato la caratteristica forma a mezzaluna che possiamo ammirare oggi dalle spiagge favolose fino ai tramonti sulla caldera.

Abbiamo preparato un elenco delle migliori cose da fare e da vedere a Santorini per una visita indimenticabile su una delle 20 isole più belle della Grecia!!!

Oia

Villaggio di Oia

Cupole bianche e azzurre che sprofondano nei vicoli strettissimi: questa è Oia.

Il villaggio che si affaccia sulla caldera del vulcano di Santorini e che è ormai il simbolo per eccellenza dell’isola. Il suo spirito tradizionale non si è spento neanche dopo l’avvento del turismo di massa e nonostante il centro sia costellato di negozi e boutique di lusso. Calandosi nei vicoli, si trasforma in quel paradiso che tutti hanno visto almeno una volta in fotografia!

 

Che cosa si può fare a Oia? Vi potrete immergere nelle stradine strette e ripide fra le casa a cubo e raggiungere uno dei piccoli locali sulla coste, e aperitivo alla mano, godervi il vento mite, lo scintillare del mare, il tramonto. E’ questa infatti la location per eccellenza dove vederlo a Santorini!

Il cielo si tinge di rosa e trasforma anche l’acqua colorandola come un acquerello! Altra ottima location per ammirare il tramonto è quella delle rovine del castello di Agios Nikolaos.

Si tratta di un castello veneziano che risale al XV secolo e prende il nome dalla bella chiesa scolpita nella roccia. La sua edificazione risale al periodo delle scorribande dei pirati che costituivano una grande minaccia per l’isola. Al suo interno erano state riservate delle sale per le abitazioni dei governanti veneziani ma purtroppo in seguito al terremoto del 1956, gran parte degli insediamenti sono crollati in mare. Non è rimasto molto da vedere eccetto la Goulas ovvero la torre di avvistamento.

Porto di Ammoudi

Chi va a Oia deve passare almeno una volta davanti alla pittoresca libreria Atlantis. Una delle più magnifiche caratteristiche di tutto il mondo! Miniera di tomi preziosi in tutte le lingue esistenti, è la destinazione perfetta per un pomeriggio diverso, lontani dalla calura del sole. Ottima idea anche quella di visitare le piccole chiesette di quel villaggio, letteralmente disseminato delle loro cupole blu che creano l’atmosfera unica di Santorini. Dal villaggio di Oia si può arrivare anche ad alcune delle spiagge più belle di Santorini tra cui il porto di Ammoudi.

Cosa possiamo vedere a Santorini?

Vulcano dì Santorini

Tra le potenze della civiltà minoica nel 1600 a.C. vi era certamente l’isola di Thera, quella che oggi è conosciuta con il nome di Santorini. La sua posizione commerciale strategica e la conformazione circolare, la rendevano un porto naturale perfetto per l’attracco delle navi e una delle aree più prestigiose delle Cicladi. Quando ha cominciato ad essere sconquassata dai terremoti, gli abitanti dell’isola non si aspettavano un disastro come quello che poi a tutti gli effetti si è davvero verificato. Il vulcano si è attivato e ha liberato in cielo fumi ed eruzioni che hanno dato origine a esplosioni talmente forti da essere udite anche in Egitto. Le conseguenze di questa eruzione tra tsunami e vapori furono drammatiche per l’intera civiltà minoica e ci riportano secoli dopo alle caratteristiche forme di mezzaluna della Santorini di oggi . Adesso la caldera del vulcano è uno dei punti più turistici e ammirati delle Cicladi. Tutti cercano di accaparrarsi un alloggio in uno dei numerosissimi alberghi che vi sorgono a ridosso.

Vulcano di Santorini

Caldera

A Santorini tutto ruota intorno alla caldera e non a caso. Paesaggi mozzafiato, hotel di lusso, piscine a sfioro, negozi e bar di lusso. Chi riesce ad alloggiare più vicino alla caldera sono i vip e in generale gli amanti della dolce vita. Potrete sperimentare la vista unica da questa straordinaria location direttamente da Fira o da Oia.

Vi consigliamo di fare una passeggiata da Fira fino a Imerovigli dove il panorama è unico e bisogna vederlo almeno una volta nella vita!

Cosa possiamo vedere a Santorini?

Fira

Capoluogo di Santorini, Fira è un piccolo paese magico e caratterizzato da sentierini ripidi e vicoli dominati dal bianco e dal blu delle case a cubo. Ovunque si può ammirare un paesaggio mozzafiato. Fira sorge nella parte occidentale dell’isola a 10 km dal porto principale. Arroccata su una scogliera della caldera, a circa 260 m sul livello del mare, questa splendida location riserva viste eccezionali e soggiorni di lusso. Per i turisti questo è il luogo ideale dove godere del mare e della mondanità al tempo stesso tra locali, ristoranti e boutique di alta moda e gioielleria.

Fira è il luogo della movida di Santorini ed è l’unica location dove si balla fino all’alba e si beve in allegria in locali di lusso e club esclusivi. Chi desidera uno spazio più romantico e riservato, deve andare invece nella frazione di Firostefani. Più a nord e meno frequentata. Oltre alla vita notturna Fira è interessante per il suo porto vecchio raggiungibile in funivia o a dorso di mulo! Noi l’abbiamo raggiunta a piedi accompagnati tenendo a mano i muli!

Fira

Le spiagge

Tra le magie di Santorini non manca di certo il mare. Quest’isola ambita per la sua atmosfera e naturalmente per la bellezza delle spiagge che la circondano, prendiamo per esempio Amoudi Bay, nell’estremo nord dell’isola sotto il villaggio di Oia. Qui l’acqua è smeraldina e punteggiata di barchette e la spiaggia si affaccia direttamente sulla caldera per offrire un tuffo strepitoso in una location fatata.

 

 

 

 

Imerovigli

Altra spiaggia imperdibile è quella di Exo Gialos che insieme a Xiropigado e Vourvoulos identifica uno dei tratti più selvaggi e spettacolari della costa orientale di Santorini. Qui ci si tuffa tra scogliere e spiagge sabbiose impreziosite da ciottoli neri.

A Monolithos sorge un impianto balneare ben attrezzato ed è la destinazione di riferimento per famiglie con bambini che vogliono trascorrere una giornata al mare circondati dai comfort.

Da visitare anche Kamari, situata nella parte sud orientale dell’isola, anche questo è un lido bene apprezzato per le famiglie dove i fondali sono bassi e gli ombrelloni di paglia creano un’atmosfera incantevole. Non perdetevi nemmeno le spiagge di Perissa, Perivolos, Vlychada dove vi sembrerà di fare il bagno sulla luna! L’iconica Red Beach è una lingua di sabbia vulcanica che lambisce la laguna e richiama i colori dello smeraldo con la sua bellezza. Fate infine un salto a Kambia Beach, a due passi dalla Red e dalla White Beach, una location balneare di grande tranquillità che va esplorata. Tutto il lido sorge su ciottoli tondi e levigati, grigi e bianchi che donano un aspetto atipico a questa straordinaria spiaggia di Santorini. Qui troverete privacy e relax, impresa non da poco sull’isola più amata della Grecia!

Amoudi Bay

Cosa possiamo vedere a Santorini?

Purgo

Pittoresco e unico, è un piccolo villaggio di Santorini che vi regalerà incredibili viste sull’isola. Qui il clima mite e sereno è l’ideale per rilassarsi davvero! Pur non riservando un vero e proprio patrimonio storico, è molto ambita dai turisti che amano perdersi in passeggiate. E’ molto facile lasciarsi sedurre dai vicoli stretti e dalla bellezza di un paesino che ha conservato parte del suo fascino antico.

 

 

Imerovigli

È uno dei villaggi più famosi e importanti di Santorini. Si trova sulla parte più alta della scogliera, a circa 3 km da Fira. Si tratta di un villaggio tradizionale, immacolato dalle curve morbide, e sorge sulla scogliera più alta dell’isola. E’ proprio in cima alla caldera a circa 300 m dal livello del mare!

Firostefani

È un villaggio ormai quasi del tutto inglobato dall’attività fervente di Fira. Romantico, panoramico e tranquillo sorge su uno dei punti più alti della caldera e si raggiunge con 15 minuti di cammino dalla telesferica. Conosciuto anche come “il tetto dell’isola” è un paesino ideale per soggiorni romantici e lontani dalla mondanità di Fira. Chi arriva qui, deve fare un salto a vedere la chiesetta della vergine di Agios Theodoris. Molto suggestiva e facilmente riconoscibile dalla facciata gialla e il campanile con tre campane. Da qui si può partire anche per una serie di magnifiche escursioni che percorrono i sentieri sopra le scogliere offrendo magnifiche panoramiche!

Da italiani, amanti del cibo e del buon vino, non possiamo dimenticare di parlare anche di questo!

Le ricette dell’isola di Santorini appartengono per la maggior parte alla cucina tradizionale greca sebbene alcuni ristoranti del posto riescano a dare il loro tocco regionale a ogni prelibatezza. Chi arriva qui, può gustare un’incredibile moussaka uno dei piatti nazionali greci per eccellenza che somiglia un po’ alla nostra parmigiana di melanzane siciliana. Dovete provare anche i domatokeftedes, deliziose polpette di pomodoro arricchite con mente e cipolla. Il piatto è perfetto anche per i vegetariani e i vegani poiché non contiene prodotti di derivazione animale.

Perivolos

Chi va in Grecia e non prova la tzatziki deve fare penitenza e tornarci un’altra volta! Si tratta di una salsa cremosa, servita di solito come antipasto nei locali, a base di yogurt greco, aglio e cetriolo. E’ un vero tripudio di bontà per chi ama i sapori decisi!

Anche a Santorini si può gustare il gyros, il cibo di strada per eccellenza della Grecia. Ha qualche somiglianza con il kebab ed è formato da una pitta a cui viene aggiunto un ripieno di carne di maiale a lunga cottura e condita con abbondante tzatziki.

A Santorini è impossibile resistere al fascino di un percorso di degustazione di vino. Si parte naturalmente dall’Assyrtiko, una delle denominazioni che hanno reso celebre l’isola. Tenete presente che nel corso del XIV e del XVI secolo, l’area vulcanica di Santorini ha prodotto alcuni dei migliori vini d’Europa. Poi la loro popolarità è diminuita per lasciare spazio alle denominazioni italiane e francesi ma non per questo il pregio di una buona bottiglia di Santorini è meno importante. Il vino qui è molto buono perchè ci hanno spiegato che il terreno di origine vulcanica, ricco e fertile, è ideale per la coltivazione di vigneti che possono altresì crescere nel clima mite e assolato del Mediterraneo.

Potrete anche visitare in barca le isolette nel cuore della caldera Nea Kameni e Palea Kameni, l’isola di Thirassia, il villaggio Megalochori e il Monte Profitis Ilias.

In poche righe vi abbiamo documentato su cosa possiamo vedere in una settimana a Santorini!

Se hai delle domande scrivici in privato collegandoti su Instagram e su Facebook.

[contact-form-7 404 "Not Found"]